LE 15 SOSTANZE CHE ANTICIPANO LA MENOPAUSA

Le 15 sostanze che anticipano la menopausa

Mar 2 • Salute • 854 Views • Nessun commento su Le 15 sostanze che anticipano la menopausa

Sono state individuate 15 sostanze chimiche che sembrerebbero essere la causa del fenomeno della menopausa precoce. Secondo i ricercatori della scuola di medicina della Washington University a St. Louis, l’esposizione a queste sostanze chimiche potrebbe anticipare la menopausa di 4 anni.
Gli studiosi hanno analizzato al microscopio l’eventuale presenza e concentrazione di 111 sostanze chimiche, note per essere grado di alterare la produzione e funzione naturale degli ormoni, nel sangue e nelle urine di 31.500 donne. Sono state prese in considerazione varie categorie di composti chimici: diossine e furani (inquinanti organici), ftalati (sono contenuti nella plastica, nei prodotti per la pulizia della casa, in alcuni prodotti farmaceutici, nei cosmetici e negli articoli per la cura personale, come creme, profumi, trucchi, smalto, sapone liquido e spray per capelli), fitoestrogeni (tipo di estrogeni di origine vegetale), bifenili policlorurati (PCB, refrigeranti), derivati fenolici (inquinanti industriali), pesticiditensioattivi(composti organici in grado di abbassare la tensione superficiale di un liquido) idrocarburi policiclici aromatici (prodotti di combustione).
I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica online PLOS ONE; i ricercatori hanno individuato 15 sostanze chimiche la cui presenza nel sangue e nelle urine delle donne era significativamente associata all’anticipazione della menopausa e all’alterazione dellefunzioni ovariche. La menopausa precoce può comportare vari rischi per la salute della donna: problemi cardiaci, osteoporosi, sindromi metaboliche, predisposizione ad alcuni tipi di tumore.

IL CONSIGLIO DEGLI ESPERTI PER PROTEGGERSI

Difendersi da queste sostanze è molto difficile, perché la maggior parte di esse si trova nel terreno, nell’acqua, nell’aria. Tuttavia, Amber Cooper, autrice principale dello studio, fornisce alcuni suggerimenti per potersi proteggere al meglio: ”è fondamentale essere consapevoli di ciò che contiene tutto quello con cui si entra a contatto durante il giorno; una buona mossa è quella di controllare gli ingredienti dei cosmetici, dei prodotti per la casa, delle confezioni degli alimenti, ed evitare di acquistare quelli che contengono sostanze nocive. Un altro consiglio riguarda l’uso del microonde: evitare assolutamente di riscaldare i cibi in contenitori di plastica, e preferire recipienti di vetro o carta.”
A questo link si possono trovare lo studio originale e la lista delle sostanze sospette:

A cura della Redazione 

© Sani per Scelta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi