In piscina è meglio

In piscina è meglio

Giu 19 • Sani per Scelta, Sport • 1983 Views • Nessun commento su In piscina è meglio

Arriva l’estate e chi ha più voglia di chiudersi in palestra a sudare? Secondo uno studio brasiliano, fare attività fisica in piscina aiuta a prevenire l’osteoporosi, soprattutto perché la ginnastica in acqua aiuta a ridurre il rischio di cadute, migliora la flessibilità e rinforza mani, schiena, anche e ginocchia. Quale miglior occasione dell’estate e delle vacanza per un tuffo di salute?

A cura della Redazione

Dal Brasile arriva una buona notizia per le donne che vogliono mantenere in buona forma ossa e muscoli ma che non amano la palestra. I ricercatori della Universidade Federal de São Paulo guidati da Linda Moreira hanno infatti messo a punto un programma di esercizi da eseguire in acqua che permette di rinforzare ossa e muscoli riducendo così il rischio di cadute. Il programma che i ricercatori hanno chiamato HydrOS punta a migliorare resistenza e forza muscolare e ossea ed è stato proposto a 64 delle 108 donne di età compresa tra 50 a e 60 anni coinvolte nella ricerca. Queste donne hanno anche assunto per tutta la durata dello studio vitamina D3 e calcio, preziosi elementi per la salute di ossa e muscoli.

In acqua contro l’osteoporosi

Come si legge dalle pagine della rivista Menopause, dopo 7 mesi di esercizi in acqua, le donne che avevano seguito il programma HydrOS hanno visto crollare drasticamente il numero di cadute che è invece non è cambiato nel gruppo che si allenava in palestra. E se questo non bastasse, allenarsi costantemente in acqua ha quasi dimezzato il numero di donne che ha subito una frattura (meno 44%), ha migliorato la flessibilità e rinforzato mani, schiena, anche e ginocchia. “Il programma di esercizi in acqua ha anche permesso di mantenere costante la densità minerale ossea che invece è diminuita del 1.2% nelle donne che non lo hanno seguito” ha affermato Moreira facendo riferimento ai dati di un lavoro non ancora pubblicato. “Dimostrare che si ottengono miglioramenti nella densità minerale ossea, rappresenterebbe una grande novità, certamente utile in termini di prevenzione dell’osteoporosi” sottolinea Andrea LaCroix che si occupa di salute delle donne in età avanzata al Fred Hutchinson Cancer Research Center, negli Stati Uniti.

Vuoi saperne di più su tutto ciò che riguarda ossa e muscoli? Scopri Orthopedika Journal

© Sani per Scelta


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi